Livorno 2013

Vince la Russia condotta da Emmegi69 che batte 3-0 il Sudafrica di Tallino64. Passa così agli archivi New Zealand 2011, Mondiale di Subbuteo Rugby organizzato da OSC Calcio in Miniatura e OSC Labronico giocato nella splendida cornice della club house del Rugby Livorno 1931.
Giornata di sole, terreno – sintetico – in perfette condizioni, foto di gruppo scattata prima del fischio d’inizio, un caffè per allontanare definitivamente il sonno e poi miniature finalmente in campo. Odore di olio canforato negli otto campi utilizzati, dove sin dall’inizio troneggia Randy Savage che arrotola i pantaloni mettendo in mostra le sue gambe formato grissino. Triglia con le sue gambe bianche (dopo andrà al mare a pescare polpi) e polacchine amaranto prende il premio virtuale quale “ma guarda che accozzo, nun te se po’ vedè”. La Georgia inizia con Alfvader che nel pomeriggio cede il posto a Piccolo Faraone, il Giappone di Gabry che piglia il premio peggior difesa (sciarpa Fir). Stesso riconoscimento per il peggior attacco (Namibia di Fidel 74) e il miglior attacco andato quest’ultimo al favoritissimo Flavio Firmo eliminato in semifinale da Emmegi69 ma solo dopo gli s.o. (al 30’ era finita 3-3). Bene Triglia che cede a 1’30” dal the end contro Tallino 64 su un drop concesso ingenuamente e grazie ad una difesa che paga l’unico errore della partita, mentre l’attacco aveva fallito due calci di punizione da posizione favorevole. Da segnalare il 9° posto della Scozia guidata da the photographer, vincitore della Polue B su Tonga dell’ottimo Iena Labronica.
Il torneo è filato via liscio, nonostante dubbi e chiarificazioni che hanno talvolta imposto la sospensione di alcuni match e l’intervento di Flavio Firmo, Bestiomannaro e Mr_ pako. Disponibili e competenti nello spiegare situazioni un po’ contorte e ingarbugliate – talvolta davvero al limite – e la cui soluzione sfuggiva ai diretti interessati per scarsa dimestichezza col regolamento. Ma come già detto, l’importante era partire, mettere in moto anche questo gioco che ha un potenziale enorme.
Il ringraziamento della riuscita di questo evento va perciò a tutti gli intervenuti, 20 come 20 furono le squadre del mondiale neozelandese. Anzi, 21, visto che come detto, la Gerogia ha avuto un allenatore al mattino ed uno al pomeriggio. Rappresentanti di 11 club (OSC Molfetta, SC Leonessa Brescia, OSC Banda Bassotti, OSC Florentia, OSC Apuania, OSC Granducato, OSC Volterra, SC Breda Pistoia, SC Kampino, OSC Calcio in Miniatura e OSC Labronico) per 4 regioni. Non si poteva onestamente chiedere di più. Così come di più non si poteva chiedere alla Federazione Italiana Rugby del presidente Gavazzi che ha partecipato osservandoci con simpatia e donando le maglie destinate a ciascun giocatore di questo appuntamento.
Per la cronaca, ma solo dopo aver ricordato che s’è mangiato anche bene (c’è chi ha preso il primo all’orata per tre volte e il fritto di mare, due) questa la classifica finale:
1) Russia; 2) Sudafrica; 3) Inghilterra; 4) Fiji; 5) Samoa; 6) Galles; 7) Francia; 8) Australia; 9) Scozia; 10) Tonga; 11) Georgia; 12) Irlanda; 13) Argentina; 14) Romania; 15) Italia; 16) Giappone; 17) Nuova Zelanda; 18) Usa; 19) Namibia; 20) Canada

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s