Uncategorized

Gli Hornets Genova

Posted on

IMG-20191202-WA0002

Il Table Rugby si afferma a Genova, nella culla del Subbuteo. Gli Hornets mettono la freccia e avanzano con un programma di tutto rispetto.

14 dicembre al Campo Branega per una concentrazione di rugby giovanile. Aspettiamo le foto!

Poi con numerose iniziative che vi aggiornerò su queste pagine.

Un trittico di tornei a Roma

Posted on

55875575_10217426372518975_2577773769728720896_n

Archiviati i mondiali con la vittoria del sudafrica ci si tuffa nuovamente con il tablerugby.

Roma sarà, nei prossimi mesi, una tappa potente per il nostro gioco. L’amico Andrea invita tutti al suo trittico di tornei.

Il mio piano è questo: due tornei preparatori (il 29 dicembre 2019 e il 22 marzo 2020) ad uso e consumo dei giocatori romani che ho contattato e con i quali sto pianificando un percorso ludico che riesca a coniugare esperienza di gioco e apprendimento regolamentare. Siamo una quindicina. Quanto basta per divertirsi e crescere.
Il torneo “nazionale” vorrei organizzarlo sabato 6 giugno 2020, nello stesso hotel 4 stelle dove ho organizzato “Wimblerome” (torneo del Grande Slam di Subbuteo FISCT).
L’idea è quella di coinvolgere i giocatori per un grande torneo di Table Rugby nella giornata di sabato ed un secondo grande torneo di Subbuteo (su panni originali anni ’70 per intenderci) il giorno successivo.
Relazioni sul posto ne abbiamo e, se messe a sistema con quelle dei potenziali ospiti, potrebbe venire fuori qualcosa di veramente bello che, spero, possa diventare un appuntamento fisso annuale.
Per contatti seguite i nostri social, il sito stesso o scrivete a: andreastrazza@yahoo.it

Il regolamento 2019

Posted on

Il 2019 si apre con il Giappone che travolge la Russia nella partita inaugurale e questo è il nostro regalo.
Regolamento Table Rugby 2019
Scaricalo, provalo e diffondilo, ma cita sempre il nostro sito http://www.tablerugby.com.
Insieme si spinge meglio.

Subbuteo Rugby Brescia

Posted on

55875575_10217426372518975_2577773769728720896_n

Il Subbuteo Club Brescia, grazie anche al suo discreto numero di iscritti, sta disputando un campionato interno di Subbuteo Rugby. La formula è il Mondiale 2019 e i 13 partecipanti sono stati suddivisi in gironi da 3 e 4.

Seguite i vostri eroi.

 

Rugby brescia 2019

P W D L PF PA Pt
Galles 2 2 0 0 15 6 6
Australia 3 2 0 1 12 11 6
Georgia 1 1 0 0 8 3 3
Giappone 1 1 0 0 5 0 3
Romania 2 1 0 1 6 6 3
Inghilterra 0 0 0 0 0 0 0
Irlanda 0 0 0 0 0 0 0
Scozia 0 0 0 0 0 0 0
Tonga 0 0 0 0 0 0 0
Argentina 1 0 0 1 0 3 0
Sud Africa 1 0 0 1 3 6 0
Samoa 1 0 0 1 0 5 0
Nuova Zelanda 2 0 0 2 6 15 0

Round 1

Georgia Argentina
Australia 6 3 Sud Africa
Scozia Tonga
Nuova Zelanda 0 6 Romania
Samoa 0 5 Giappone

Round 2

Australia 3 8 Georgia
Sud Africa Argentina
Inghilterra Scozia
Galles 9 6 Nuova Zelanda
Irlanda Samoa

Round 3

Argentina 0 3 Australia
Georgia Sud Africa
Tonga Inghilterra
Romania 0 6 Galles
Giappone Irlanda

Subbuteo Rugby all’Opera

Posted on

rugby

durante il meeting “Subbuteo all’Opera” di Domenica 8 Luglio abbiamo potuto mostrare la bellezza del nostro gioco

Subbuteo all’Opera

Posted on

Immancabile la presenza del team di Subbuteo Rugby per un torneo di esibizione. Per tutti gli interessati commentate il post o seguite la pagina Facebook.32191689_10213737972154990_8865100618235117568_n

Il regolamento 5.0 – capitolo 5.1

Posted on Updated on

5.1 PASSAGGIO VOLONTARIO

L’attaccante può, dopo aver ottenuto il possesso, eseguire un passaggio volontario con la propria miniatura in avanzamento se la distanza tra tale miniatura e la palla è uguale o inferiore a 5 cm.

Per eseguire un passaggio volontario:

  1. a) l’attaccante dichiara PASSAGGIO!;
  2. b) se vi sono miniature offensive o difensive in posizione regolare all’interno del cerchio di raggio di 5 cm con centro nel punto in cui si trova la palla, i giocatori cui appartengono tali miniature devono arretrare ognuna di esse fino alla circonferenza di tale cerchio lungo la rispettiva direzione palla-base;
  3. c) l’attaccante può chiedere al difensore di far rientrare dal fuorigioco, con un colpo in punta di dito per ciascuna, fino a tre miniature difensive che potrebbero ostacolare il passaggio purché esse siano poste nel quarto di campo in cui si trova la palla o in quello adiacente in direzione dell’area di meta dell’attaccante. Il difensore deve far rientrare le miniature indicate il più parallelamente possibile alla linea laterale;
  4. d) al termine degli eventuali rientri difensivi, l’attaccante ha a disposizione un numero di colpi in punta di dito che va da un minimo pari a quelli fatti eseguire al difensore per i rientri dal fuorigioco fino a un massimo di quattro.
  5. e) al termine degli spostamenti offensivi, il difensore ha ancora a disposizione un numero di colpi pari a quattro meno quelli già eseguiti per i rientri, ma può eseguirne anche un numero inferiore. Tali colpi possono essere eseguiti sia per far rientrare miniature dal fuorigioco sia per ottenere un miglior piazzamento difensivo: se, a seguito di un colpo di spostamento, una miniatura difensiva posta in posizione regolare arresta la propria corsa in posizione irregolare, tale miniatura è da considerarsi come una miniatura posta in fuorigioco al momento della dichiarazione di passaggio da parte dell’attaccante il cui rientro è stato richiesto al difensore. Al termine di tutti i colpi di rientro o di spostamento, nessuna miniatura difensiva deve trovarsi nel cerchio di raggio di 5 cm con centro nel punto in cui si trova la palla: se ciò accade, il difensore commette infrazione: FUORIGIOCO (vedi cap. 11.1 FUORIGIOCO) e un calcio di punizione è assegnato all’attaccante nel punto in cui si trova la miniatura difensiva (vedi cap. 6 MOVIMENTI DIFENSIVI paragrafo e).;
  6. f) se, durante i colpi di spostamento, una qualsiasi miniatura, sia offensiva o difensiva, posta in posizione sia regolare sia irregolare, tocca la palla, al giocatore cui appartiene la suddetta miniatura può essere chiesto, da parte dell’avversario, di ricollocare la palla e la miniatura nelle rispettive posizioni antecedenti al tocco in punta di dito (BACK): tale ricollocamento causa la perdita del tocco appena eseguito e di un ulteriore tocco. Se, durante i colpi di spostamento, una qualsiasi miniatura, sia offensiva o difensiva, posta in posizione sia regolare sia irregolare, tocca due o più miniature qualsiasi o tocca una qualsiasi miniatura e tale miniatura ne tocca altre, il giocatore cui appartiene la suddetta miniatura commette infrazione: CONTATTO IRREGOLARE (vedi cap. 11.2 INFRAZIONI) e una punizione è assegnata all’avversario nel punto in cui la miniatura di quel giocatore ha toccato la prima delle altre miniature. Se, durante i colpi di spostamento, una miniatura offensiva, posta in posizione sia regolare sia irregolare, tocca una qualsiasi miniatura difensiva posta in posizione regolare, all’attaccante può essere chiesto, da parte del difensore, di ricollocare le miniature nelle rispettive posizioni antecedenti al tocco in punta di dito (BACK): tale ricollocamento causa la perdita del tocco appena eseguito e di un successivo tocco offensivo.

Se, durante i colpi di spostamento, una miniatura difensiva, posta in posizione sia regolare sia irregolare, tocca una qualsiasi miniatura offensiva posta in posizione regolare, al difensore può essere chiesto, da parte dell’attaccante, di ricollocare la palla e la miniatura nelle rispettive posizioni antecedenti al tocco in punta di dito (BACK): tale ricollocamento causa la perdita del tocco appena eseguito e di un successivo tocco difensivo. Se avviene qualsiasi altro tipo di contatto tra miniature, il colpo di spostamento è considerato regolare e il gioco prosegue;

  1. g) terminati tutti i colpi di spostamento, l’attaccante colloca la miniatura in possesso in un punto a sua scelta attorno alla palla, poi colpisce la miniatura in punta di dito per eseguire un passaggio che indirizzi la palla verso la propria linea di meta. Se la palla arresta la propria corsa oltre la linea del passaggio, cioè oltre la linea immaginaria passante per il punto da cui è partito il passaggio e parallela a quella di centrocampo, l’attaccante commette infrazione: PASSAGGIO IN AVANTI (vedi cap. 11.2 INFRAZIONI) e il difensore riprende il gioco introducendo una mischia nel punto in cui si trovava la palla al momento dell’esecuzione del passaggio;
  2. h) nell’eseguire il passaggio, la palla deve muoversi: se ciò non accade, l’attaccante commette infrazione: IN AVANTI (vedi cap. 11.2 INFRAZIONI) e il difensore riprende il gioco introducendo una mischia nel punto in cui si trovava la palla prima del tocco in punta di dito sulla miniatura offensiva;
  3. i) se, a seguito del passaggio, la palla tocca una miniatura difensiva di cui era stato richiesto il rientro dal fuorigioco ma che si trova ancora in posizione irregolare dopo tutti i colpi eseguiti dal difensore, tale giocatore commette infrazione: FUORIGIOCO (vedi cap. 11.1 FUORIGIOCO) e una punizione è assegnata all’attaccante nel punto in cui la palla ha toccato la miniatura; se la palla tocca una miniatura difensiva in posizione irregolare il cui rientro non è stato richiesto, tale miniatura compie un intercetto e ottiene il possesso;
  4. l) se, a seguito del passaggio, la miniatura che l’ha eseguito e la palla arrestano la rispettiva corsa in punti del campo tali che lo spazio che li separa comprende due linee di gioco continue, cioè una distanza superiore a un quarto di gioco in direzione dell’area di meta dell’attaccante, anche dopo che la palla ha toccato una o più miniature offensive, l’attaccante perde il possesso e il difensore prosegue il gioco tentando di ottenerlo;
  5. m) dopo che il passaggio è stato eseguito correttamente senza che siano state commesse infrazioni o che sia cambiato il possesso, il giocatore in attacco può proseguire il gioco con una qualsiasi delle proprie miniature poste in posizione regolare. Se, a seguito del passaggio, la palla tocca una qualsiasi miniatura offensiva in posizione regolare e arresta la propria corsa entro 5 cm da questa, tale miniatura ottiene automaticamente il possesso e l’attaccante può proseguire il gioco. Se, a seguito del passaggio, la palla tocca una miniatura offensiva in posizione regolare e arresta la propria corsa a più di 5 cm da tale miniatura in avanti, cioè in direzione dell’area di meta del difensore, o lateralmente rispetto ad essa, l’attaccante deve utilizzare quella stessa miniatura per proseguire il gioco. Se, a seguito del passaggio, la palla tocca una miniatura offensiva in posizione regolare e arresta la propria corsa a più di 5 cm da tale miniatura all’indietro, cioè in direzione dell’area di meta dell’attaccante, la miniatura esegue un passaggio al volo (vedi cap. 5.2 PASSAGGIO AL VOLO);
  6. n) dopo l’esecuzione del passaggio, il difensore ha diritto a eseguire un colpo in punta di dito su una qualsiasi delle proprie miniature per farla rientrare dal fuorigioco o per ottenere una migliore copertura (vedi cap. 6 MOVIMENTI DIFENSIVI), tuttavia nessuna miniatura difensiva in posizione regolare può arrestare la propria corsa posteriormente alla linea immaginaria passante per il punto da cui è partito il passaggio e parallela alla linea di centrocampo, cioè più vicina alla linea di meta avversaria rispetto ad essa, finché l’attaccante non tocca volontariamente la palla con una delle proprie miniature: se ciò accade, al difensore può essere chiesto, da parte dell’attaccante, di ricollocare la miniatura nella posizione antecedente al tocco in punta di dito (BACK): tale ricollocamento causa la perdita del tocco appena eseguito e di un ulteriore tocco difensivo.
  7. o) dopo l’esecuzione del passaggio, la miniatura che l’ha eseguito si trova in posizione irregolare e non può partecipare all’azione finché un’altra miniatura della stessa squadra non la rimette in gioco (vedi cap. 11.1 FUORIGIOCO).

p) se, dopo l’esecuzione di un passaggio volontario, la palla arresta la propria corsa nel cerchio di raggio di 5 cm con centro in una qualsiasi miniatura offensiva posta in posizione regolare prima dell’esecuzione del passaggio anche più vicina alla linea di meta dell’attaccante rispetto alla miniatura stessa, tale miniatura può essere utilizzata per proseguire il gioco (vedi cap. 11.1 FUORIGIOCO).